Olbia 26.03 °C
27 Mar 2024, 10.43 AM

Alloggi e ville su Airbnb, studio UniOlbia sui prezzi in Sardegna

La Gallura nel 2023 dimostra di essere un’eccellenza nel settore STR (Short-term rental, gli affitti a breve termine). A dimostrarlo per la prima volta è lo studio che abbiamo realizzato come Comunicazione e il Centro Studi UniOlbia, che ha raccolto i dati dei principali centri di interesse della Sardegna, dell’Italia e della Francia (nello specifico la Costa Azzurra) attraverso l’ausilio di AirDNA.

AirDNA è una piattaforma che fornisce approfondimenti completi sulle prestazioni da oltre 10 milioni di proprietà in affitto per le vacanze in oltre 120.000 mercati globali raccogliendo dati principalmente da Airbnb e VRBO.

UniOlbia ha stilato delle classifiche sulla base dei dati raccolti ed ha analizzato e comparato gli andamenti del mercato del settore di affitti vacanze nel 2023 rispetto al 2022 fornendo una visione ampia e dettagliata della media dei ricavi delle varie strutture presenti sul territorio.

È possibile consultare lo studio completo qui: Studio completo di UniOlbia sugli Airbnb Sardegna, Italia e Costa Azzurra

Se da una parte questo ci fa capire che il mercato degli affitti vacanze è consistente a livello di fatturato per l’isola, dall’altra UniOlbia vuole sensibilizzare la comunità sulla difficoltà, da parte degli studenti, di trovare un alloggio nella città gallurese.

Sulla base di questo il Consorzio UniOlbia, grazie al CIPNES Gallura ha messo a disposizione degli alloggi al Geovillage che diventerà, a tutti gli effetti, il Campus Universitario della città di Olbia.

Per ulteriori informazioni potete consultare questo articolo: Come gli universitari possono avere gli alloggi Geovillage a Olbia

Inoltre il Sindaco di Olbia, Settimo Nizzi, ha annunciato che oltre al Geovillage ci sarà uno studentato situato nel centro storico della città che potrà accogliere gli studenti.

Olbia al sesto posto nella Top 10 dei mercati del Nord-Est della Sardegna.

Sulla base di una media dei ricavi annuali del 2023 per gli affitti brevi, Olbia si piazza al sesto posto della nostra classifica con un ricavo di 37.4 mila euro (-24% rispetto al 2022).

Al primo posto troviamo Arzachena (che racchiude anche tutto il mercato della Costa Smeralda) con un ricavo di 59 mila euro solamente nel 2023 ( -17% rispetto al 2022).

A seguire troviamo San Teodoro con una media dei ricavi di 49.5 mila euro (+7% rispetto al 2022). Al terzo posto con un ricavo di 42.4 mila euro c’è Aglientu (-6% rispetto al 2022) e a seguire abbiamo Palau con 40.3 mila euro di ricavi (+15% rispetto al 2022).

In quinta posizione abbiamo un pari merito tra Figari (Golfo Aranci) e Loiri (Porto San Paolo) con un ricavo di 37.4 mila euro nel 2023, la differenza tra le due sta nel ricavo rispetto a quello registrato nel 2022 ( -18% per Figari/Golfo Aranci e -36% per Loiri/Porto San Paolo).

Subito dopo Olbia (che comprende anche il mercato Porto Rotondo) che, come abbiamo anticipato, è al sesto posto della classifica troviamo Trinità d’Agultu (che comprende anche Vignola) al settimo posto con un ricavo di 33.9 mila euro nel 2023 (-17% rispetto al 2022).

Budoni la troviamo all’ottavo posto con 30.3 mila euro di ricavi (+4% rispetto al 2022). Al nono posto c’è Santa Teresa con un ricavo di 29.7 mila euro nel 2023 (-10% rispetto al 2022). Ed infine all’ultimo posto di questa “Top 10” troviamo La Maddalena che nel 2023 ha registrato una media dei ricavi pari a 26.7 mila euro (-19% rispetto al 2022).

north-east-sardinia.png

Le 5 strutture con il ricavo maggiore nel Nord-Est della Sardegna

UniOlbia ha pensato di entrare ancora più affondo in questo studio e abbiamo fatto una classifica delle prime cinque strutture della Gallura per ricavi nel 2023.

Secondo AirDNA la struttura che ha ricevuto il maggior ricavo si trova a Palau con 422.5 mila euro e stranamente, data la precedente classifica che la vedeva alla prima posizione, Arzachena (ricordandoci sempre che comprende anche tutto il mercato della Costa Smeralda) subito dopo con una struttura che ha ricevuto un ricavo pari a 415 mila euro.

Al terzo e quarto posto troviamo rispettivamente una struttura di San Teodoro con un ricavo di 395.5 mila euro e una struttura di Loiri (Porto San Paolo) con un ricavo di 337.6 mila euro.

Al quinto posto troviamo invece una struttura di Olbia (Porto Rotondo) che, nel 2023, ha ottenuto un ricavo pari a 324.2 mila euro.

La Top 5 dei mercati della Sardegna

Dopo esserci concentrati sui mercati della Gallura, abbiamo voluto includere anche i ricavi annuali dei principali centri turistici della Sardegna.

Secondo un’analisi dei dati riportati da AirDNA raccolti da UniOlbia possiamo stilare una piccola classifica della media dei ricavi annuali di alcuni centri turistici della Sardegna nel 2023.

Al primo posto troviamo Pula con un ricavo di 36.3 mila euro (-24% rispetto al 2022), a seguire troviamo un parimerito di 35.6 mila euro di ricavo medio nel 2023 tra Stintino (+9% rispetto al 2022) e la Costa Rei ( -21% rispetto al 2022).

Per il terzo posto dobbiamo spostarci verso il Nord-Ovest dell’isola, infatti siamo ad Alghero che nel 2023 ha registrato un ricavo medio pari a 28.7 mila euro (+1% rispetto al 2022).

Per il quarto posto bisogna ritornare al sud della Sardegna, per essere precisi a Quartu che ha registrato una media del ricavo annuale di 28.2 mila euro nel 2023 (-11% rispetto al 2022).

E in quinta posizione troviamo Orosei con 26.1 mila euro (-4% rispetto al 2022).

sardinia.png

Una struttura di Cagliari ha registrato il ricavo più alto nel 2023

Un mercato che non è stato menzionato nella precedente classifica è proprio quello di Cagliari che, nonostante ciò, ha una struttura che nel 2023 ha registrato un ricavo pari a 566.6 mila euro (superiore anche alla struttura di Palau con 422.5 mila euro).

Al secondo posto troviamo Quartu con un ricavo di 275.7 mila euro e a seguire Villasimius con 263.8 mila euro.

In quarta posizione abbiamo Alghero con un ricavo di 229 mila euro e al quinto, e ultimo, posto di questa classifica fatta da UniOlbia c’è Pula con un ricavo di 208.8 mila euro nel 2023.

I Top 5 mercati Airbnb in Italia

Lo studio di UniOlbia non vuole analizzare esclusivamente il mercato della Sardegna ma vuole allargare i suoi orizzonti proponendo una visione degli andamenti dei mercati dei grandi centri turistici italiani.

Al primo posto troviamo Capri con un ricavo medio di 98.8 mila euro nel 2023 ( -31% rispetto al 2022). Alla seconda posizione abbiamo Portofino con un ricavo annuale di 87.3 mila euro (-43% rispetto al 2022) e a seguire Forte dei Marmi con i suoi 77.2 mila euro di ricavi (+10% rispetto al 2022).

Al quarto posto possiamo trovare Venezia con un ricavo di 54.6 mila euro (+2% rispetto al 2022) e al quinto posto la capitale Roma con un ricavo medio di 52.6 mila euro (+15% rispetto al 2022).

italy.png

La struttura che ha registrato il ricavo più alto nel 2023 si trova a Roma

Ebbene sì, la capitale dimostra di essere una delle città più visitate del mondo e in molti sono disposti ad alloggiare per qualche giorno a Roma anche attraverso un Airbnb, in particolare in una struttura che nel 2023 ha registrato un ricavo pari a 982.1 mila euro.

A seguire abbiamo Forte dei Marmi con una struttura che ha raggiunto un ricavo di 930.8 mila euro.

Al terzo posto abbiamo Firenze con una struttura da 631.5 mila euro di ricavi e al quarto posto una struttura situata a Venezia con un ricavo da 479.5 mila euro.

All’ultimo posto di questa “Top 5” abbiamo un Airbnb di Milano che, nel 2023, ha registrato un ricavo di 409 mila euro.

Gli Airbnb nella Costa Azzurra

La Riviera francese è senza dubbio un centro turistico di forte interesse per la Francia ed è parecchio simile, sotto vari punti di vista, alla Costa Smeralda.

UniOlbia ha quindi deciso di includere nel suo studio anche tre grandi centri di affluenza di questa porzione della costa mediterranea.

Al primo posto troviamo Saint- Tropez con un ricavo medio di 92.8 mila euro nel 2023 (-21% rispetto al 2022).

In seconda posizione vediamo invece Cannes con un ricavo di 37.5 mila euro (+7% rispetto al 2022) e in terza, e ultima, posizione abbiamo Cap d’Antibes che nel 2023 ha raggiunto un ricavo medio di 37.3 mila euro (+1% rispetto al 2022).

French-Riviera.png

Le 3 strutture per ricavo annuale della Costa Azzurra

Sorprendentemente, in questo caso, la classifica viene totalmente ribaltata nonostante i dati che vi abbiamo esposto in precedenza.

Infatti al primo posto troviamo una struttura a Cannes che, nel 2023, ha registrato un ricavo di 765 mila euro. Al secondo posto vediamo Cap d’Antibes con un ricavo di 482.5 mila euro e, a sorpresa, all’ultimo posto abbiamo Saint-Tropez con 350.2 mila euro di ricavo.

Gli alloggi per gli universitari di Olbia

Il mercato dell’Airbnb sta dimostrando di essere destinato a crescere nei prossimi anni in quanto viene considerato una validissima alternativa al soggiorno in albergo.

Però c’è un rovescio della medaglia che UniOlbia vuole enfatizzare con questo studio. L’aumento di questa tipologia di mercato sta rendendo sempre più difficoltoso trovare un alloggio in affitto per tutto l’anno, specialmente per gli studenti fuori sede che decideranno di studiare nella città di Olbia.

Da qui l’impegno del Consorzio UniOlbia, insieme al CIPNES al Comune di Olbia e gli altri partner, nel fornire degli alloggi al Geovillage che diventerà a tutti gli effetti il Campus Universitario.

Se volete ulteriori informazioni potete consultare il seguente articolo: Come gli universitari possono avere gli alloggi Geovillage a Olbia.

E, come già preannunciato dal sindaco Settimo Nizzi, oltre al Campus al Geovillage ci sarà uno Studentato nel centro storico della città.

UniOlbia è pronta ad accogliere i futuri studenti a braccia aperte ed è in prima linea per supportarli nella loro scelta formativa e nell’offrire tutti i servizi di cui possono aver bisogno.

Per ulteriori informazioni potete contattarci alla seguente mail: segreteria@uniolbia.it

O telefonare al 0789 1711711.

 
Studio completo di UniOlbia sugli Airbnb Sardegna, Italia e Costa Azzurra